Il filo d’oro – omaggio a Dante

PHOTO-2021-11-24-11-44-16.jpg
Spread the love

A seguito del successo ottenuto dalla operatività in rete delle Pro Loco di Sannicandro di Bari, Toritto e Conversano si è pensato all’omaggio a Dante Alighieri, nel settecentenario della sua nascita, proponendo un ulteriore comune percorso dal titolo “IL FILO D’ORO”. Il riferimento dantesco alla Scuola Siciliana è riscontrabile nelle sue opere e nei richiami che, di volta in volta, accennano all’origine pugliese della lingua italiana, al romanico delle cattedrali, all’arte dei lapicidi del sud…
Questa consapevolezza ispira l’intero percorso e induce a modulare su queste basi di comparazione e riscontro la storia linguistica e materiale delle nostre località. Il “sonetto” nasce in Puglia; il Rinascimento prende avvio in tutto il territorio del Regno nel XII secolo. Di qui il Romanico pugliese con i maestri scalpellini… E le loro opere: Castelli, Abbazie, Cattedrali. Questa economia in pieno sviluppo evolve i rapporti con l’Oriente e dal settore agricolo, con le terre messe a cultura intensiva, si dipana un intero mondo che produce beni e manufatti d’arte di elevata qualità.

A Toritto: 4 – 5 dicembre…
“D-days: arte, cultura e tradizioni da Dante ai nostri giorni”
Installazioni artistiche dei quadri principali di alcuni canti della Divina Commedia. I “mastri carristi” artigiani creano sculture in cartapesta e fiori secondo l’antica tradizione locale. Le scenografie così composte faranno da cornice alle esibizioni di Istituzioni, Associazioni e Artisti locali, con la declamazione e la rappresentazione musicale e teatrale di alcuni brani della Commedia. Non mancheranno gli artisti di strada in scene circensi.

A Conversano: 11 – 12 – 18 dicembre…
“Dai cento canti della Divina Commedia alla lavorazione della pietra (Inferno – Purgatorio – Paradiso)”
L’artista Daniela Giglio e la pietra. Laboratorio di conoscenza e rapporto diretto con la pietra e la scultura. Approccio all’arte del “lapicida” con gli strumenti idonei alla creazione del manufatto, riferito ai modelli delle tre cantiche della Divina Commedia.
“Calice Dantesco”
Dalle frammentazioni politiche trecentesche alla antica e comune radice storico-culturale in un tour che celebra Dante e ripercorre gli invisibili legami che mettono insieme la sua massima Opera: nella evidente manifestazione del legame indissolubile tra il Sommo Poeta e la città di Conversano, analizzata e trasmessa nella narrazione di Giordano Bollino. Il Calice Dantesco chiuderà l’evento con la degustazione di vini pregiati delle cantine di Puglia.

A Sannicandro di Bari: 17 dicembre…
“Il Filo d’Oro”
Comparazione analogica e lettura alchemica del percorso iniziatico della Commedia con l’itinerario templare all’interno del Castello di Sannicandro di Bari. Saranno rappresentate scene del poema dantesco relative all’Inferno, Purgatorio e Paradiso e simultaneamente Guglielmo De Tot (guida di Dante) tratterà della iniziazione e addobbamento dei cavalieri bianco vestiti.

A Sannicandro di Bari: 19 dicembre…
“Dies Natalis Invicti Solis” Osservazione del Solstizio d’Inverno all’interno della Torre Astronomica del Castello di Sannicandro di Bari: “Lo sole che tutto impenetra et infligge / ad abbracciar la pietra si depone. / Surge lo spirto… Rinato… Si fa uno… In mezzo all’acqua il suo calor ripone./

CONFERENZA STAMPA
SABATO 27 NOVEMBRE 2021 ORE 11:00
PRESSO L’AULA MAGNA DEL LICEO SCIENTIFICO SCACCHI CORSO CAVOUR 241 BARI.

scroll to top