IL PROGETTO “IN TERRA” E LA PRO LOCO UNPLI A SOSTEGNO DEL MADE IN TERLIZZI

Foto di Luca De Nicolo

La Cooperativa Agricoltura e Progresso organizzatrice della kermesse del 6 e 7 Luglio dedicata alla promozione del fico-fiorone “DOMENICO TAURO”, ha stabilito proficue collaborazioni funzionali a creare cassa di risonanza  intorno alla iniziativa stessa.

 

Il “nobile” frutto candidato al D.O.P , è divenuto nel tempo simbolo del comparto agroalimentare locale per le sue straordinarie qualità organolettiche e sarà raccontato attraverso un percorso esperienziale.

 

Arte, storia, tradizione “decanteranno” in diverse accezioni l’autoctona varietà, al fine di creare strategici legami con gli altri capisaldi della nostra economia ovvero la produzione di fiori, olio, mandorle e ceramiche.

 

«L’obiettivo è conoscere e valorizzare le nostre eccellenze, alimentando il dialogo fra gli addetti ai lavori e creando sinergie vincenti – dichiara l’Arch. Tiziana Veneto, autrice del logo dell’evento e del progetto             “IN TERRA”, creato ad hoc per sostenere l’importante evento promosso dalla cooperativa terlizzese. Tutto ciò – conclude l’architetto  – non può che tradursi in un efficace strumento di marketing territoriale finalizzato a promuovere a lungo raggio il Made in Terlizzi»..

 

Non a caso il logo ideato dall’Arch.Veneto per il progetto suddetto, rappresenta una sorta di bocciolo i cui petali identificano le nostre principali attività produttive.

 

Trattasi di un lungimirante progetto “matrioska”, così definito perché l’intento programmatico è quello di valorizzare il comparto agro- floristico attraverso un altro elemento identitario del tessuto economico locale ovvero la produzione di ceramiche.

 

 

L’Arch. Tiziana Veneto, a sostegno della due giorni, ha coordinato i ceramisti terlizzesi per la realizzazione di una linea di manufatti ispirati al fiorone. Piatti, vasi, oggetti di varie fogge e colori saranno esposti al pubblico all’interno del Chiostro delle Clarisse (P.zza Cavour) in occasione del vernissage del 6 luglio e la cui vendita seguirà negli spazi espositivi dei laboratori di ceramica coinvolti nel progetto.

 

Nella suggestiva cornice del complesso monastico, troveranno giusta collocazione anche le opere del M° Gioacchino D’Elia, lo scultore esporrà alcuni fra i suoi capolavorii lignei realizzati con massicci tronchi di ulivo.

E la natura si esalterà perdendosi in mirabili volute e sapienti ceselli.

 

Particolari ambientazioni e allestimenti floristici, curati dai vivaisti Paolo Allegretti e Damiano Tempesta, sottolineranno scenograficamente la bellezza e la funzionalità  delle creazioni realizzate.

 

Ed ecco quindi realizzarsi l’effetto “matrioska”: un circuito  virtuoso in cui la ceramica artistica e tradizionale della città di Terlizzi promuove le altre eccellenze generando un circuito virtuoso che diventa propulsore di sinergie fra i comparti e fra i soggetti operanti all’interno degli stessi nonché volano per l’intera comunità.

 

A tal proposito è d’uopo sottolineare l’impegno profuso dai ceramisti terlizzesi, rappresentati dalla Confartigianato,  che uniti hanno raccolto con entusiasmo gli input dell’autrice del progetto “IN TERRA” e hanno fattivamente dimostrato che fare rete è fondamentale per alimentare la cosiddetta visione prospettica, finalizzata a tutelare e a perpetuare nel tempo la storia, la tradizione, l’identità della ceramica terlizzese.

 

Pet l’occasione, infatti, i maestri ceramisti hanno realizzato fioroni di ceramica di ogni grandezza e cromia, la cui mostra, visitabile il 6 e i 7 Luglio, sarà allestita al !° piano del Palazzo Bellino (farmacia) in P.zza Cavour. L’auspicio e che il manufatto possa diventare simbolo di appartenenza per la città di Terlizzi proprio come è accaduto per il  “pumo” di Grottaglie e si arrivi alla costituzione della Associazione Ceramisti terlizzesi.

 

 

 

Doveroso, quindi, un plauso per gli artigiani che hanno partecipato al progetto e che hanno sapientemente colto e interpretato al meglio lo spirito dell’iniziatva: Ceramiche e Porcellane Artistiche di Cataldo Michele, Ceramiche D’Aniello Srl di Carmine D’Aniello, Ceramiche di Felice D’Aniello, D’Aniello Tradizioni di Paolo & Figli, Pagano Daniela Ceramiche di Pagano Daniela, Ceramiche Saldarelli Umberto; Ceramiche Vallarelli Nicolò dei F.lli Vallarelli S.n.c.

 

Quando si parla di valorizzazione del territorio non si può prescindere da una realtà associativa come la Pro Loco, ente morale, che nasce proprio con scopi di promozione e sviluppo del territorio. Del resto pro loco, significa letteralmente “a favore del luogo” e sicuramente la Pro Loco Unpli di Terlizzi lo è nel dare sostegno a tutte le iniziative pro-territorio.

 

«Sono fermamente convinto – dichiara il Presidente Franco Dello Russo –

che l’unione faccia la forza e che, oggi più che mai, scommettere in sinergia sulle peculiarità del territorio, diventi determinante per la riuscita di un evento e più in generale per il raggiungimento degli obiettivi che si desidera centrare. Associazioni, istituzioni, privati, insieme si va più lontano, soprattutto quando si ha la stessa vision. Abbiamo il grande privilegio di vivere nella generosa terra di Puglia, tanto celebrata anche dalla prestigiosa rivista National Geographic,  regione in cui il più piccolo fra i comuni può essere uno scrigno prezioso per i visitatori come per gli autoctoni. Spesso –conclude Dello Russo- si parla di turismo esperienziale l’iniziativa promossa dalla Cooperativa Agricoltura e Progresso ne costiuisce esempio: arte, cultura, tradizioni, enogastronomia, tutto pensato in modo certosino per far conoscere il nostro “mingo tauro” e le nostre altre eccellenze».

 

La Pro Loco Unpli di Terlizzi insieme al Comune di Terlizzi e al GAL Nuovo Fior D’Olivi, ha patrocinato l’evento e collaborato attivamente all’organizzazione della due giorni mettendo a disposizione guide turistiche autorizzate che accompagneranno i visitatori alla scoperta delle bellezze storico artistiche della città.

 

Il percorso avrò inizio alle 19:30 per entrambi i giorni all’interno del Chiostro delle Clarisse, luogo in cui sarà presente il Dottt. Vito Bernardi esperto di storia locale e già Direttore della Biblioteca Comunale di Terlizzi, che darà ai presenti notizie circa il tema: “La presenza clarissiana a Terlizzi: il convento, la chiesa, la torre”.

Le guide Enza Pavia e Angela Grammatica racconteranno la storia della nostra città percorrendo le vie del centro storico per poi giungere alla maestosa Torre Normanna dove ci sarà la giornalista Laura Giovine dello staff Pro Loco con la quale sarà possibile salire in cima per ammirare lo skyline mozzafiato di cui si gode dalla vertiginosa altezza.

 

 

Che abbiano, allora, inizio i festeggiamenti per il “nobile” MINGO TAURO!

 

Emma Ceglie

Ufficio Stampa Pro Loco Unpli Terlizzi

Foto: Luca De Nicolo